Accam: considerazioni in merito alla nostra interrogazione sui bilanci

accam

In consiglio comunale, rispondendo alla nostra interrogazione sui bilanci di Accam, il sindaco di Busto Arsizio si nasconde dietro la salvaguardia dei lavoratori di Accam per giustificare un voto di contrarietà ai bilanci che verranno presentati nella prossima assemblea dei soci. Parla di 30 lavoratori abbandonati e anziché proporre una soluzione (sono pur sempre impiegati pubblici) preferisce affrontare il problema affermando che boccerà i bilanci della società.
Ma così facendo mette a rischio la stessa continuità aziendale lasciando veramente soli i lavoratori di Accam.
Ha anche affermato che si riserva di decidere di anno in anno sul conferimento in Accam, “come fanno i comuni che valgono lo 0,1%”: questa risposta denota una incoscienza amministrativa, perché sappiamo benissimo che quando a non conferire è un comune che vale il 18% vengono a mancare introiti importanti, non è certo la stessa cosa di un comune che vale lo 0,1%.
Il comune di Busto Arsizio sta quindi volontariamente creando un danno ad una sua società e ci piacerebbe sapere cosa ne pensa il presidente del CdA, la dottoressa Bordonaro, che abbiamo visto assistere al dibattito in consiglio comunale e che tra due giorni presenterà i bilanci.

Leggi Interrogazione voto bilancio Accam 2015 (documento PDF)

Commenta per primo su "Accam: considerazioni in merito alla nostra interrogazione sui bilanci"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*